Avrai sicuramente sentito parlare di Borse di Studio, dei contributi che agevolano lo studente durante la propria formazione. Le borse di studio più note sono le Borse di Studio Regionali. Ma come funzionano le Borse di Studio Regionali?  Chi ne ha diritto? Come sono erogate? Andiamo a vedere!

Se invece vuoi sapere tutto sulle Borse di Studio, di ogni tipo e di ogni Ente, leggi il nostro articolo!

Cosa sono le Borse di Studio Regionali

Le borse di studio per antonomasia, ovvero quelle di cui si parla ogni anno in università, sono quelle erogate dalle Regioni. Queste Borse di Studio possono essere richieste da chi è iscritto alle università in Regione, non importa se da residenti, da fuorisede o da pendolari.

L’importo della borsa di studio varia tendenzialmente in base al valore dell’ISEE-U dichiarato. Inoltre, la Regione aiuta lo studente su più fronti. Non si deve pensare sono ad un contributo economico versato sul tuo conto corrente, come venderemo le agevolazioni possono riguardare anche le mense, i trasporti ecc. Tutto dipende da Regione a Regione.

Quali sono i requisiti 

Per ottenere una Borsa di Studio Regionale bisogna accedere ad un bando di concorso annuale, per il quale sono necessari alcuni requisiti.

I criteri di assegnazione delle borse si basano principalmente sul reddito, quindi sull’ISEE-U, e sul merito in base alla media dei voti degli esami e ai CFU accumulati ogni anno accademico (oppure in base a valutazioni circa il diploma di maturità per il primo anno).

Se durante l’erogazione della borsa uno dei requisiti sopracitati viene a mancare, ad esempio non si accumulano abbastanza CFU, bisogna restituire l’importo erogato.

Generalmente il periodo per inserirsi in graduatoria è fra luglio e settembre, ma varia a seconda della Regione.

Se non sai cosa è questo indicatore patrimoniale necessario per accedere alle Borse di Studio Regionali, leggi il nostro articolo sull’ISEE per l’università!

Chi eroga le Borse di Studio Regionali

Gli Enti tramite cui le Regioni gestiscono le borse di studio cambiano nome da Regione a Regione. Hanno fondamentalmente tutti le stesse caratteristiche, si tratta di Enti chiamati a sostenere, attraverso una serie di strumenti, l’investimento dei cittadini nell’istruzione.

Questi Enti sono impegnati ad organizzare, erogare e valutare i servizi destinati agli studenti capaci e meritevoli anche se privi di mezzi economici, come le borse di studio, i contributi economici e le residenze universitarie nonché i servizi destinati alla generalità degli studenti universitari, come la ristorazione, l’orientamento al mondo del lavoro, l’utilizzo di spazi per lo studio, la promozione di attività sociali e culturali ecc.

Ecco alcuni nomi degli Enti che erogano le Borse di Studio Regionali:

  • ADISU (Azienda per il Diritto allo Studio Universitario)
  • EDISU (Ente per il Diritto allo Studio Universitario)
  • ERSU (Ente regionale per il diritto allo studio universitario)
  • ADSU (Azienda per il Diritto allo Studio Universitario)
  • ISU (Istituto per il diritto allo studio universitario)
  • ESU (Ente per il Diritto allo Studio)

Questi sono alcuni esempi delle denominazioni che questi Enti assumono. Poi bisogna dire che per alcune Regioni il compito di erogare le borse di studio è affidato a dei servizi privati o autonomi, oppure ad altri Organi Regionali. Per scoprire l’ente competente nella tua regione puoi cliccare qui.

Altre agevolazioni per studenti dalle Regioni

Le borse di studio sono solo uno dei tipi di agevolazioni che le Regioni mettono a disposizione dello studente.

Un esempio è rappresentato dall’alloggio. Per studenti Fuorisede e con particolari situazioni economiche (dipende sempre tutto da Regione a Regione!) possono essere previsti dei contributi per sostenere gli affitti oppure delle vere e proprie residenze universitarie. Anche a queste opportunità si accede tramite bando dell’Ente per il diritto allo studio della tua Regione.

Se vuoi saperne di più leggi il nostro articolo su residenze alloggi universitari!

Un altro esempio è rappresentato dai servizi di mense. Generalmente la Regione mette a diposizione di tutti gli studenti (indipendentemente dal merito e dall’ISEE-U) delle agevolazioni presso strutture di ristorazione convenzionate, di solito situate vicino (o proprio dentro) le università.

Tendenzialmente esisteranno delle fasce di prezzo in cui lo studente rientrerà in base alla propria situazione patrimoniale.

Come accedere alle borse di studio

Abbiamo visto che la situazione delle Borse di Studio Regionali cambia notevolmente da Regione a Regione. Possono cambiare i requisiti, i tetti dell’ISEE, le agevolazioni messe a disposizione ecc.

Quindi, per poter accedere alle Borse di Studio Regionali è importante informarsi approfonditamente della situazione della Regione dove si studia, consultare i relativi bandi e stare attenti alle scadenze!

TAGS


Luigi Filippo Esposito

Studente di Medicina e Chirurgia e in Uniperte articolista ed esperto dell’Area Sanitaria. Ho vissuto sulla mia pelle la difficoltà di decidere quale direzione dare alla propria vita, ed ecco perché ho scelto di far parte di
Uniperte, per aiutare gli studenti a scegliere il proprio percorso con consapevolezza e serenità.

Hai bisogno di aiuto con il tuo percorso universitario?

Prenota una consulenza

Partecipa ai nostri webinar gratuiti ideati per aiutarti nella scelta universitaria

Scoprili tutti