Hai appena finito o stai per finire la laurea magistrale ma vorresti continuare a studiare ? Perchè non provare ad accedere ad un dottorato di ricerca. In questo  articolo ti spiegheremo tutto quello che c’è da sapere!

Cos’è un dottorato di ricerca? 

Il dottorato di ricerca rappresenta il più alto grado di istruzione dell’ordinamento accademico italiano. Si tratta di un corso di 3 anni riservato a un numero limitato di partecipanti a cui si accede tramite concorso il cui bando è pubblicato annualmente dal singolo ateneo. Conseguire un dottorato di ricerca permette di ottenere il titolo di Dottore di ricerca. Infatti l’obiettivo del dottorato di ricerca è consentire al neolaureato di acquisire competenze specialistiche nelle materie oggetto del corso di dottorato.

Come si accede a un dottorato di ricerca? 

Il concorso può essere bandito dall’università o dall’ente di ricerca che organizza il corso di dottorato, per cui le modalità di accesso e la regolamentazione dei corsi di dottorato non sono tutte uguali. Tuttavia, ciò che accomuna atenei ed enti è il fatto che si accede al dottorato sempre tramite concorso pubblico per titoli e prove d’esame. Negli anni passati oltre la presentazione del proprio progetto di ricerca bisognava superare una prova scritta ed una orale, ma ad oggi è rimasta solo la seconda. Alcuni dei posti messi a concorso sono coperti da una borsa di studio mentre altri no. Nel primo caso, il dottorando percepirà un compenso annuale per l’intera durata del percorso accademico e sarà esonerato dal pagamento delle tasse universitarie.

Per fare un dottorato di ricerca ogni candidato, come sappiamo, deve partecipare al bando di concorso. I bandi di concorso sono pubblicati annualmente sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, nella sezione Concorsi ed Esami, o sul sito dell’Università che eroga il corso.

Per accedere al concorso è necessario avere uno dei seguenti titoli:

  • laurea specialistica;
  • laurea magistrale;
  • titolo di studio estero equiparato o equipollente ai titoli sopra citati.

Tipi di Dottorato 

Oltre al dottorato tradizionale, ne troviamo anche altri 

  • Dottorato in convenzione con istituzioni estere: viene attivato da un ente accreditato in convenzione con una o più istituzioni estere. Il candidato trascorrerà un periodo, durante i tre anni, all’estero presso l’ente convenzionato.

  • Dottorato industriale: è un percorso triennale che prevede un progetto di ricerca mirato all’impresa e un percorso formativo portato avanti grazie alla collaborazione tra un’impresa e l’università.

  • Dottorati di ricerca innovativi con caratterizzazione industriale: si tratta di azioni su cui lavorano insieme università (statali e non) e imprese, rafforzando la collaborazione tra sistema pubblico di ricerca e sistema privato cosi da favorire l’incontro tra aziende e università.

Progetto di dottorato

Per accedere al dottorato bisogna presentare un progetto che viene valutato dalla commissione esaminatrice. Il progetto è la traduzione di un’idea che il dottorando vuole sviluppare per trasformarla in ricerca, spesso con l’aiuto di un professore universitario. Oltre all’obiettivo del progetto bisognerà esplicare le metodologie applicate per lo studio e la sua fattibilità.

Sbocchi lavorativi dopo il dottorato 

L’opportunità lavorativa più conosciuta a cui si può accedere sempre per concorso è quella del ricercatore universitario,(se vuoi sapere di piu su questa figura clicca qui) il primo step per cui spesso si può diventare poi professore universitario. Tuttavia il dottorato è utile anche per accedere ai concorsi pubblici in quanto permette di avere un punteggio più alto. Infine il dottorando può anche accedere alle aziende private in quanto la sua formazione gli conferisce una elevata professionalità.

Non sai come trovare il dottorato adatto a te? In questo articolo ti spieghiamo come fare.



TAGS


Carlotta

Articolista, Telegram manager e coordinatrice Ambassador di Uniperte.
Laureanda in Lettere Moderne presso l’Università di Messina.
Sono una lettrice accanita, scrittrice occasionale, appassionata di moda e cinema. Mi piacciono le candele e i gatti, ma non troppo le persone.

Hai bisogno di aiuto con il tuo percorso universitario?

Prenota una consulenza

Partecipa ai nostri webinar gratuiti ideati per aiutarti nella scelta universitaria

Scoprili tutti