Tra i tanti lavori che stai facendo per scrivere la tua tesi, o se ti devi ancora avviare tra i tanti lavori che ci vorrai fare, d’un tratto ti arriva una richiesta: scrivi un abstract per la tua tesi. Ma cos’è un abstract? E perché è importante per la tesi e la discussione di laurea? L’abstract tesi è obbligatorio? E soprattutto, come si scrive? Scopriamolo in questo articolo!

Ma prima, sei disorientato su come scrivere la tesi di laurea? Hai dei problemi? Abbiamo scritto diversi articoli sul sito per ogni passaggio, ti rimandiamo soprattutto a questo!

Cos’è un Abstract della Tesi e dove si scrive

Ma quindi cos’è? Questo è un piccolo testo che riassume al suo interno tutto il lavoro svolto. Scriverlo è fondamentale alla fine della stesura della tesi perché ti permetterà non solo di riassumere mentalmente tutto quello che è avvenuto, e la sua posizione è dopo la dedica e il frontespizio interno.

A cosa serve

A cosa serve l’abstract della tesi? Questo strumento è fondamentale perché ti permette di avere un ordine mentale da cui partire: infatti, dopo la stesura della tesi c’è la presentazione della tesi! E in quel momento dovrai far sfoggio della tua dialettica. E quale modo migliore se non partire da un abstract già pronto? Quindi è fondamentale tanto per spiegarlo alla commissione di tesi quanto ad amici e parenti.

Ma è l’unico modo per poter presentare la tesi? In realtà c’è anche la soluzione PowerPoint per la tesi, anch’essa visivamente accattivante e interessante! Ne abbiamo parlato qui!

È obbligatorio fare l’abstract per la tesi?

Ma quindi è obbligatorio fare l’abstract per la tesi? La risposta è no, però la sua utilità per la comprensione del testo e la sua eleganza nella sintesi lo rende uno strumento a tuo favore sia per la presentazione tesi che per il momento dell’esposizione!

Quante tipologie di abstract esistono

Un’altra domanda che ti è venuta in mente sarà: come scrivere un abstract per la tesi? Innanzitutto, dobbiamo distinguere tra i tre tipi di abstract che esistono:

  • abstract informativo: definisce nello stesso ordine della tesi tutte le informazioni e le sintetizza in maniera ottimale con tutte le informazioni essenziali;
  • abstract indicativo: scritto a mo’ di scaletta, che indica tutti gli argomenti trattati a mo’ di elenco (come questo che stai leggendo);
  • abstract misto: l’insieme dei due abstract detti qui sopra.

Una volta definita la tua tesi e il modo in cui la vorrai esporre, potrai decidere quale tipologia è migliore per scrivere il tuo abstract!

TAGS


Ciro Fierro

Scrittore, copywriter, Ghost writer, archeologo, musicista, fancazzista, mi piace fare di tutto. Non sono esperto di niente (ancora) ma mi appassiona ogni materia o argomento, e così sono entrato anche nel mondo della scrittura da ormai un po' di anni. Studio patrimonio culturale in università e basta (per adesso...che bella la doppia laurea)

Hai bisogno di aiuto con il tuo percorso universitario?

Prenota una consulenza

Partecipa ai nostri webinar gratuiti ideati per aiutarti nella scelta universitaria

Scoprili tutti