Differentemente da quel che si pensa, la Laurea che affronteremo oggi non si dedica solo ed esclusivamente “alle pietre”.

Scienze Geologiche o Geologia (L-34) ha l’obiettivo di analizzare un territorio in maniera approfondita: possiamo parlare di una vera e propria full immersion nelle viscere della terra, toccando insegnamenti differenti.

Fatte le medesime premesse, andiamo ora ad analizzare il corso di Laurea.

Accesso

Nella maggior parte delle università, Scienze Geologiche è ad accesso libero. Tuttavia, ricordiamo che questo dipende dall’Ateneo di riferimento, dunque l’accesso potrebbe essere vincolato a un test di ingresso o di conoscenze di base. In caso non si superasse il test, possono essere addebitati degli obblighi formativi aggiuntivi (OFA). Questi si possono colmare con la frequenza di appositi corsi e il superamento dei relativi esami. 

Scienze Geologiche: cosa si studia

Gli insegnamenti di scienze geologiche possono essere impartiti sia in italiano, sia in inglese, a seconda del curriculum scelto. Le materie principali presenti in buona parte dei curricula sono: Fisica e Chimica, Analisi del Terreno, Analisi Geofisica e Mineralogia, Vulcanologia e Idrologia. Spesso sono presenti anche un esame di matematica e uno di lingua straniera. Gli esami appena citati sono accompagnati da alcuni insegnamenti a scelta, quali: Paleontologia, Cartografia, Speleologia e Geologia delle grandi opere.

Lo studio di queste materie materie permetterà al laureato in Scienze Geologiche di acquisire una conoscenza radicale del territorio: tra le attività più entusiasmanti di questo percorso vi sono senza dubbio i laboratori, perfetti per chi desidera mettere a frutto la propria passione nel campo. Questi ultimi consentono agli studenti ricerche sul campo molto interessanti.

Sbocchi occupazionali

Che lavori puoi fare con la laurea in scienze geologiche? Adesso ti presentiamo gli interessati e variegati sbocchi occupazionali di questo corso di laurea scientifico:

  • Tecnico del controllo ambientale: professionista che raccoglie dati nel controllo, salvaguardia e conservazione dell’ambiente. Inoltre, controlla e rileva informazioni sullo stato di conservazione di monumenti e opere architettoniche per salvaguardarli dal degrado naturale ed antropico;
  • Tecnico di laboratori analitici: esegue analisi geochimiche, isotopiche, mineralogiche, petrografiche, sedimentologiche, fisico-meccaniche e geotecniche per la caratterizzazione di materiali solidi e liquidi, naturali ed industriali;
  • Rilevatore geologico e disegnatore di prospezioni: esegue rilevamenti geologici e redige carte geologiche e tematiche, anche rappresentata a mezzo “Geographic Information System”. Esegue inoltre prospezioni geologiche e geofisiche del sottosuolo per il reperimento e valutazione delle georisorse;
  • Tecnico minerario: figura che assiste gli specialisti nella prospezione di georisorse quali minerali, idrocarburi e acqua, applicando le procedure tecniche delle rilevazioni geologiche ai giacimenti. Inoltre, assiste gli specialisti nella valutazione delle potenzialità minerarie di una certa area e partecipa alla progettazione di sistemi e attrezzature di estrazione e primo trattamento dei prodotti;
  • Tecnico di museo naturalistico: professionista che svolge funzioni di preparazione, catalogazione, conservazione, valorizzazione e divulgazione di fossili, minerali e altri materiali geologici;
  • Guida turistica di itinerari geologici e paesaggistici: figura che accompagna i turisti nei viaggi organizzati, illustrando e descrivendo le caratteristiche ambientali e geologiche. Individua, organizza e allestisce percorsi didattici per valorizzare siti di interesse geologico e ambientale.

Iscrizione all’albo Geologo Junior

Un’altra possibilità è l’iscrizione all’albo, sezione B, per lavorare come Geologo junior in regime di libera professione. I geologi junior si occupano prevalentemente di acquisizione e rappresentazione dei dati di campagna e di laboratorio, con metodi diretti e indiretti. Per l’iscrizione all’albo occorre aver superato l’apposito esame di stato

Magistrali e master di I livello

Se vuoi proseguire con la tua formazione per specializzarti ulteriormente, puoi valutare le seguenti lauree magistrali:

  • Scienze e Tecnologie Geologiche (LM-74);
  • Scienze Geofisiche (LM-79).

Entrambi i titoli di studio sono tendenzialmente ad accesso diretto per chi ha una laurea in Scienze Geologiche. Oltre a queste, potresti considerare anche altre lauree magistrali, anche ad accesso indiretto. In ogni caso dovresti valutare i requisiti d’accesso; se te ne mancano alcuni potresti colmarli tramite appositi esami. 

Riguardo ai master di I livello, puoi considerare ad esempio quelli in Geomatica. Questi approfondiscono le recenti tecnologie geo-informatiche per la progettazione, raccolta, analisi, gestione, diffusione e l’aggiornamento dei dati territoriali. Un’alternativa potrebbero essere quelli in Quaternario e Preistoria. Questo master forma giovani ricercatrici e ricercatori che possano fornire servizi e ricerche competitive su tematiche come preistoria, paleoantropologia, geologia e paleontologia. Vengono esplorati i metodi da applicare per la ricerca preistorica e archeologica, geologia e paleontologia quaternaria e conservazione e rivalorizzazione del patrimonio culturale.

Hai dubbi su come proseguire il tuo percorso formativo? Consulta il nostro articolo per svelare il tuo dubbio sulla scelta di un master o una magistrale

Perché scegliere di studiare Scienze Geologiche

Perché studiare geologia?

Studiare la terra è di fondamentale importanza, non solo per conoscerla e apprezzarla, ma anche per essere in grado di prevenire e arginare fenomeni catastrofici come terremoti, eruzioni vulcaniche e maremoti.

Sii forte della scelta che hai fatto, considerando soprattutto che conoscere la terra significa in primo luogo amarla ed imparare a rispettarla.

Sappiamo troppo poco degli eventi naturali ai quali siamo soggetti, ed è fondamentale che ci siano degli esperti nel settore in grado di analizzarli e limitarne i danni.

Dunque, se avrai intenzione di prendere parte al corso di Laurea in Geologia, pensa anche a questo!

TAGS


Ciro Fierro

Scrittore, copywriter, Ghost writer, archeologo, musicista, fancazzista, mi piace fare di tutto. Non sono esperto di niente (ancora) ma mi appassiona ogni materia o argomento, e così sono entrato anche nel mondo della scrittura da ormai un po' di anni. Studio patrimonio culturale in università e basta (per adesso...che bella la doppia laurea)

Hai bisogno di aiuto con il tuo percorso universitario?

Prenota una consulenza

Partecipa ai nostri webinar gratuiti ideati per aiutarti nella scelta universitaria

Scoprili tutti