Il settore sanitario è uno dei pilastri fondamentali di ogni società, e il ruolo degli operatori sanitari è di vitale importanza per garantire il benessere e la cura delle persone. Il Corso di Laurea in Assistenza Sanitaria si propone di fornire una formazione completa e specializzata per coloro che desiderano intraprendere una carriera in questo campo. Vediamo come funziona, come funziona il test e, soprattutto, chi è l’assistente sanitario!

Cosa si studia nel Corso di Laurea in Assistenza Sanitaria

Il Corso di Laurea in Assistenza Sanitaria appartiene alle Lauree in Professioni Sanitarie della Prevenzione L/SNT4. È un Corso di Laurea dalla durata di 3 anni nei quali bisognerà conseguire 180 CFU.

Questo CdL si concentra sull’acquisizione di conoscenze teoriche e competenze pratiche necessarie per svolgere un ruolo efficace nel settore sanitario. Ti troverai quindi ad approfondire le basi della scienza medica, dell’anatomia umana, della fisiologia, della farmacologia e della diagnosi delle malattie, al fine di comprendere le cause e i trattamenti delle patologie più comuni. E poi studierai gli aspetti specifici dell’assistenza sanitaria.

Come per tutte le professioni sanitarie, un ruolo fondamentale è rivestito dal tirocinio.

Si tratta di un periodo di formazione sul campo dove si avrà la possibilità di osservare le attività dei professionisti già esperti ed iniziare a praticare prima qualche manovra di semplice esecuzione e non invasiva per il paziente e poi svolgere effettivamente la professione per cui stai studiando, sotto la supervisione dei tutor.

Per conoscere bene questo mondo, leggi il nostro articolo su come funzionano le Lauree in Professioni Sanitarie!

Test per Assistenza Sanitaria

Per poter accedere al Corso di Laurea in Assistenza Sanitaria, è previsto un test di ammissione che è unico per tutti i corsi di laurea delle professioni sanitarie.

Attualmente il test è così composto:

  • 4 quesiti di competenze di lettura e conoscenze acquisite durante gli studi (prima “cultura generale”)
  • 5 quesiti di logica
  • 23 quesiti di biologia
  • 15 quesiti di chimica
  • 13 quesiti tra matematica e fisica

Per conoscere approfonditamente come funziona il test, lo scorrimento delle graduatorie e per avere consigli su come prepararti al meglio leggi il nostro articolo sul Test delle professioni sanitarie!

Chi è l’Assistente Sanitario

Come indicato dal DM n. 69 del 17 gennaio 1997, l’Assistente Sanitario è il professionista sanitario addetto alla prevenzione, alla promozione e all’educazione alla salute in tutte le fasi della vita della persona. L’attività dell’Assistenza Sanitaria è rivolta ai singoli individui, alla famiglia, alla scuola e alla collettività e viene svolta individuando i bisogni di salute delle singole persone e delle diverse comunità, i principali determinanti di salute e i fattori di rischio biologico e sociale e le priorità d’intervento preventivo, educativo e di recupero.

Le opportunità di lavoro per i laureati in Assistenza Sanitaria sono diverse. Essi possono trovare occupazione in ospedali, cliniche, strutture di riabilitazione, case di cura, ambulatori medici, centri di assistenza domiciliare e molti altri contesti sanitari.

La Laurea in Assistenza Sanitaria è abilitante

Il Corso di Laurea in Assistenza Sanitaria è abilitante per la professione di Assistente Sanitario. Questo vuol dire che dopo la laurea non dovrai sostenere alcun esame di abilitazione.

Differenza tra Assistente Sanitario, Infermiere e OSS

È importante distinguere l’Assistente Sanitario da altri operatori della salute come l’Operatore Socio Sanitario (OSS) e l’Infermiere.

L’OSS, infatti, non è laureato e si occupa dei bisogni primari del paziente e della sua “assistenza materiale”.

L’Infermiere, invece, è anch’esso un laureato delle professioni sanitarie ed effettivamente condivide con l’assistente sanitario alcune mansioni, come ad esempio la possibilità di effettuare prelievi ematici. Nonostante questo si tratta di due professioni diverse e non sovrapponibili. Infatti, mentre la Laurea in Infermieristica è una laurea delle Professioni Sanitarie appunto infermieristiche ed ostetriche, quella in Assistenza Sanitaria appartiene alle professioni sanitarie della prevenzione.

Cosa fare dopo la Laurea in Assistenza Sanitaria

Conseguita la Laurea in Assistenza Sanitaria, oltre ad iniziare a svolgere subito la professione, puoi decidere di continuare a studiare. Puoi scegliere di frequentare un master o di conseguire la Laurea Magistrale.

Il Master ha tendenzialmente un taglio più orientato alle attività lavorative e ti consentirà di “specializzarti” in uno specifico ambito dell’Assistenza Sanitaria.

La Laurea Magistrale a cui potrai iscriverti è Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione LM/SNT4. Come tutte le magistrali in Professioni Sanitarie, ti consentirà alcune opzioni di carriera a cui con la sola laurea triennale non puoi ambire.

Ad esempio:

  • continuare la carriera accademica e conseguire un dottorato di ricerca per poi diventare ricercatore ed eventualmente professore universitario.
  • ambire alla carica di coordinatore delle professioni sanitarie che è un dirigente delle professioni sanitarie.
  • Potrai conseguire un master di II livello

Oppure, se preferisci, puoi anche scegliere di frequentare sia una magistrale che un master. Infatti, dal 2022 con la nuova legge sulla “doppia laurea” potrai seguirli contemporaneamente. Per saperne di più leggi il nostro articolo su questa nuova opportunità!

TAGS


Luigi Filippo Esposito

Studente di Medicina e Chirurgia e in Uniperte articolista ed esperto dell’Area Sanitaria. Ho vissuto sulla mia pelle la difficoltà di decidere quale direzione dare alla propria vita, ed ecco perché ho scelto di far parte di
Uniperte, per aiutare gli studenti a scegliere il proprio percorso con consapevolezza e serenità.

Hai bisogno di aiuto con il tuo percorso universitario?

Prenota una consulenza