Studiare fuorisede è certamente un’esperienza entusiasmante e ricca di opportunità. Lasci la tua casa, inizi ad essere davvero responsabile di te stesso, nel bene e nel male. Ma, come tutti i cambiamenti, porta con sé una serie di sfide, tra cui la gestione del budget personale. Dal costo dell’alloggio alle spese per il cibo, i trasporti e le utenze, vivere lontano da casa può essere molto costoso. Vediamo quanto costa studiare fuorisede e come fare per renderlo il meno oneroso possibile!

Quanto costa studiare fuorisede? L’alloggio per studenti

Una delle spese più significative per chi è fuori sede è l’alloggio. I costi possono cambiare notevolmente da situazione a situazione. Sicuramente variano a seconda della città in cui ci si trova. Anche la scelta della zona è molto importante. Puoi scegliere di affittare una casa vicino la tua università o, se in una zona isolata, di preferire un quartiere più “movimentato”. Oppure potrai affittare in periferia a prezzi generalmente inferiori. Il prezzo dipende anche dal tipo di sistemazione scelta stanza singola, doppia, con bagno privato, monolocale ecc. E bisogna considerare anche il deposito cauzionale e le eventuali spese di agenzia, che possono aumentare il costo iniziale.

Ma sai che prendere una casa o una stanza in affitto non è l’unica soluzione? Esistono alloggi messi a diposizione per gli studenti fuorisede, e anche i collegi di merito. Non sai di cosa parliamo? Leggi il nostro articolo su alloggi e residenze universitarie!

Quanto costano le bollette per il fuorisede

Oltre all’affitto, ci sono altre spese fisse da considerare. Le più importanti sono rappresentate dalle bollette delle utenze luce, acqua, gas, internet, condominio ecc..

Generalmente i contratti con le Società di fornitura sono stipulati dai proprietari di casa e quindi non hai grande margine di risparmio in questo caso, quindi, l’unica arma è la pianificazione!

Inoltre dovrai anche acquistare prodotti per la pulizia personale e della casa come detersivi, shampoo, sapone ecc

Quanto costa mangiare al fuorisede?

Le spese alimentari rappresentano un’importante voce importante nel bilancio di chi è fuori sede. Mangiare fuori può essere costoso, quindi è importante imparare a cucinare e preparare pasti sani ed economici a casa. Fare la spesa in modo oculato, pianificare i pasti e, soprattutto, evitare gli sprechi possono aiutare a ridurre le spese legate all’alimentazione.

Bisogna però dire che (sempre con differenze da Regione a Regione) spesso ci sono importanti agevolazioni per gli studenti riguardo alle mense universitarie.

Quanto costa studiare fuorisede? I trasporti

Un’altra spesa importante è rappresentata trasporti per fuorisede. Se si vive lontano dall’università, i costi dei mezzi pubblici o del carburante per l’auto possono incidere pesantemente sul bilancio mensile. In alcuni casi può essere conveniente investire in una bicicletta per risparmiare sui trasporti e mantenere un regime di vita attivo. Oppure, si può valutare sulla base dei propri spostamenti, se attivare carnet oppure abbonamenti settimanali, mensili o addirittura annuali.

Dobbiamo dire che generalmente (dipende sempre dalle Regioni) esistono agevolazioni sugli abbonamenti ai mezzi pubblici per studenti.

Quali sono le spese per studiare per i fuorisede

Innanzitutto, come tutti gli studenti i fuorisede dovranno pagare le tasse universitarie, che nell’università pubblica variano in base all’ISEE. Così come dovranno acquistare i libri di testo e provvedere alle spese di cartoleria e copisteria se previste dispense ecc.

Inoltre dovranno considerare di dover acquistare devices elettronici. Se a casa tua, magari, hai il computer di famiglia che puoi utilizzare, da fuorisede ne necessiterai di uno tutto tuo. Inoltre studiare con dispositivi tecnologici può essere molto conveniente per evitare i costi di copisteria prima citati, e anche per utilizzare le risorse online spesso messe a disposizione gratuitamente dello studente. Poi, ovviamente, a seconda del tuo Corso di Laurea, potrà essere necessario, per lo studio, avere devices più o meno performanti

Tempo Libero e Attività Sociali per il fuorisede

Anche il tempo libero e le attività sociali hanno un costo. Uscire con gli amici, frequentare eventi culturali, fare sport e altre attività di svago possono richiedere una certa somma di denaro. E certamente non si può pensare di vivere di solo studio! Quindi è bene pianificare una parte del buget da dedicare a queste attività.

Ma anche in questo caso puoi sfruttare agevolazioni per studenti. Dai libri, alla musica, fino a viaggi e vestiti, c’è n’è per tutti i gusti! Per qualche esempio leggi il nostro articolo sugli sconti per gli studenti universitari

Come accedere alle agevolazioni per studenti fuorisede

Tutte le agevolazioni di cui abbiamo parlato, bonus, borse di studio ecc. sono gestite dalle singole Regioni attraverso gli Enti per il Diritto allo Studio (EDISU) o Aziende per il Diritto allo Studio (ADISU).

Per accedervi bisogna generalmente partecipare ad appositi concorsi, i cui criteri per essere selezionati sono spesso il merito (per il primo anno il voto della maturità e per i successivi numero di CFU conseguiti, media dei voti ecc.) ed una soglia massima di “situazione patrimoniale equivalente” (ISPE) e di “situazione economica equivalente” (ISEE) della famiglia di appartenenza. (Per informazioni specifiche sulle singole Regioni bisogna visitare i siti delle varie ADISU).

Se vuoi conoscerle nel dettaglio, leggi i nostri articoli sulle agevolazioni economiche per studenti e, più nello specifico, sulle borse di studio per studenti universitari

Mi posso permettere di studiare fuorisede?

In conclusione, essere fuorisede può essere un’esperienza emozionante ma costosa. Per gestire al meglio le spese da fuorisede ti consigliamo di creare un budget dettagliato che includa tutte le voci di spesa mensili. Tenere traccia delle entrate e delle uscite può aiutare a capire dove vengono spesi i soldi e individuare eventuali aree in cui è possibile risparmiare. Inoltre, è importante essere flessibili e adattare il budget in base alle tue esigenze e alle variazioni delle spese. Usare tutte le agevolazioni per studenti è certamente conveniente.

Insomma, con una pianificazione attenta e qualche strategia di risparmio è possibile gestire al meglio le spese e rendere l’esperienza di vivere lontano da casa più sostenibile dal punto di vista finanziario e quindi più gestibile e gratificante.

TAGS


Luigi Filippo Esposito

Studente di Medicina e Chirurgia e in Uniperte articolista ed esperto dell’Area Sanitaria. Ho vissuto sulla mia pelle la difficoltà di decidere quale direzione dare alla propria vita, ed ecco perché ho scelto di far parte di
Uniperte, per aiutare gli studenti a scegliere il proprio percorso con consapevolezza e serenità.

Hai bisogno di aiuto con il tuo percorso universitario?

Prenota una consulenza

Partecipa ai nostri webinar gratuiti ideati per aiutarti nella scelta universitaria

Scoprili tutti