Conseguita la Laurea in Medicina e Chirurgia, molteplici sono le specializzazioni che si possono scegliere. Se sei appassionato dell’apparato cardiovascolare, del suo funzionamento e delle patologie che lo colpiscono, la Scuola di specializzazione in Malattie dell’apparato cardiovascolare è quella che fa per te!

Se sei indeciso tra più Specializzazioni Mediche leggi i nostri articoli su psichiatrianeurologiaradiodiagnosticapediatria, gastroenterologiaginecologia!  

Come diventare Cardiologo

Lo specialista in Malattie dell’apparato cardiovascolare viene comunemente definito cardiologo.

La strada per diventare Cardiologo non è certamente breve. Devi aver superato il test di ammissione per medicina ed aver conseguito la Laurea in Medicina e Chirurgia (che dura almeno 6 anni).

Devi esserti abilitato alla professione di medico-chirurgo (cosa che con l’ordinamento attuale avviene contestualmente alla Laurea) e poi devi sostenere il Concorso per le Specializzazioni Mediche ottenendo un punteggio che ti consenta di accedere ad una Scuola di specializzazione in Malattie dell’apparato cardiovascolare.

Leggi il nostro articolo per sapere come funziona il Test per le specializzazioni mediche!

Quanti anni dura la specializzazione in Malattie dell’apparato cardiovascolare

La Scuola di specializzazione in Cardiologia dura 4 anni, ma non disperare, non passerai questi anni esclusivamente sui libri o in aula. Come per tutte le Specializzazioni Mediche, infatti, gran parte del percorso è basato sull’esercitare effettivamente la professione guidato da medici già specializzati. Avrai quindi la possibilità di avere a che fare con l’attività professionale e, per gradi, di lavorare sempre con maggiore autonomia.

Al termine della Specializzazione potrai consideranti un Cardiologo a tutti gli effetti.

Non sai come funziona la specializzazione, quali sono i diritti ed i compiti dello specializzando? Leggi il nostro articolo sullo specializzando medicina!

Cosa fa il Cardiologo

La cardiologia è una disciplina medica complessa e articolata che si occupa dello studio, della diagnosi e del trattamento delle patologie del cuore e dell’apparato circolatorio. All’interno della cardiologia, esistono diverse “sotto specializzazioni” che si concentrano su specifici aspetti della disciplina.

Spesso, già durante il Corso di Specializzazione, gli specializzandi in Malattie dell’apparato cardiovascolare scelgono una branca e vi si concentrano maggiormente, pur ovviamente formandosi a tutto tondo.

 Esempi delle principali sub specializzazioni della cardiologia sono:

Emodinamica

L’emodinamica si concentra sullo studio dei flussi sanguigni all’interno del cuore e dei vasi sanguigni. Gli esperti in emodinamica sono responsabili dell’utilizzo di tecniche invasive per diagnosticare e trattare le malattie cardiovascolari, come ad esempio l’angioplastica coronarica e la posizionamento di stent.

Ecocardiografia

Gli esperti in ecocardiografia si occupano dello studio del cuore attraverso l’utilizzo di ultrasuoni. Questa tecnica di imaging è fondamentale per la diagnosi di patologie cardiache, come le malformazioni congenite, le valvulopatie e le cardiomiopatie. Gli ecocardiografi sono in grado di valutare la struttura e la funzione del cuore in modo non invasivo.

Elettrofisiologia

L’elettrofisiologia cardiaca si concentra sullo studio dei disturbi del ritmo cardiaco. Gli esperti in elettrofisiologia si occupano della diagnosi e del trattamento delle aritmie cardiache attraverso l’utilizzo di cateteri elettrofisiologici per la mappatura e l’ablazione delle zone responsabili dei disturbi del ritmo.

Cardiologia Interventistica

Gli esperti in cardiologia interventistica si occupano della diagnosi e del trattamento delle malattie cardiovascolari attraverso l’utilizzo di tecniche invasive. Questi medici sono esperti nell’esecuzione di procedure come l’angioplastica coronarica, la posizionamento di stent e la chiusura di difetti cardiaci.

Cardiologia Pediatrica

La cardiologia pediatrica si focalizza sulle patologie cardiache che colpiscono i bambini e gli adolescenti. Gli esperti in cardiologia pediatrica si occupano della diagnosi e del trattamento delle malformazioni congenite, delle cardiopatie acquisite e delle patologie del ritmo cardiaco nei pazienti pediatrici.

Differenza tra il Cardiologo e il Cardiochirurgo

È molto importante non confondere il Cardiologo con un altro professionista che si occupa del cuore, il Cardiochirurgo.

Entrambi i professionisti sono medici, ma uno è specialista in cardiochirurgia e l’altro in malattie dell’apparato cardiovascolare.

Il Cardiologo è un clinico. Cioè attraverso la valutazione dei sintomi, dell’elettrocardiogramma e delle analisi di laboratorio e di diagnostica per immagini è chiamato a formulare una diagnosi e a trattare il suo paziente.

Il Cardiochirurgo è invece, appunto, un chirurgo. Quindi meccanicamente interviene sul paziente operandolo per risolvere il problema venutosi a creare.

È ovvio però che queste figure devono collaborare a stretto contatto. Ad esempio, un Cardiologo può diagnosticare un difetto delle valvole cardiache ad un paziente, e starà poi al Cardiochirurgo intervenire per risolverlo.

Se hai ancora dubbi, ecco il nostro articolo sulla Specializzazione in cardiochirurgia.

Piano di Studi di Malattie dell’apparato cardiovascolare

La Scuola di Specializzazione in Malattie dell’apparato cardiovascolare appartiene all’area medica, alla Classe della medicina clinica generale e specialistica.

Durante il corso, i medici apprendono le conoscenze teoriche e pratiche necessarie per diagnosticare e trattare le patologie a carico dell’apparato cardiovascolare. Durante la scuola di specializzazione in Malattie dell’apparato cardiovascolare, gli specializzandi trattano approfonditamente la fisiopatologia cardiovascolare, la diagnostica per immagini cardiologica, le terapie farmacologiche e interventistiche, la gestione delle emergenze cardiovascolari e la cardiologia preventiva e riabilitativa.

Per comprendere meglio ciò che si andrà ad approfondire nella Scuola di specializzazione in Cardiologia, e quali saranno le attività che svolgerai da specializzando Cardiologia, puoi consultare l’atto ministeriale che esamina le varie SSM da pag. 28.

Conviene specializzarsi in Malattie dell’apparato cardiovascolare

Bisogna dire che la Cardiologia è una branca molto complessa. Comprende infatti, come abbiamo visto, una parte prettamente clinica, ed una più interventistica.

Insomma, se sei attratto dalla fisiopatologia di un apparato fondamentale come quello digerente, e sei sì affascinato dalla clinica, ma non ti lasci intimorire da qualche procedura invasiva, la specializzazione in Malattie dell’apparato cardiovascolare potrebbe essere la scelta migliore per te!

TAGS


Luigi Filippo Esposito

Studente di Medicina e Chirurgia e in Uniperte articolista ed esperto dell’Area Sanitaria. Ho vissuto sulla mia pelle la difficoltà di decidere quale direzione dare alla propria vita, ed ecco perché ho scelto di far parte di
Uniperte, per aiutare gli studenti a scegliere il proprio percorso con consapevolezza e serenità.

Hai bisogno di aiuto con il tuo percorso universitario?

Prenota una consulenza

Partecipa ai nostri webinar gratuiti ideati per aiutarti nella scelta universitaria

Scoprili tutti