Avevate mai sentito parlare del Tutor d’Aula? Ecco una figura universitaria da aggiungere alla lista di Uniperte, per quanto concerne l’organizzazione degli Atenei e gli organi principali.  Scopriamo chi è e di cosa si occupa!

Le mansioni

  • Come affrontare il primo anno di Università? In questa guida ve lo abbiamo spiegato. Oggi ci teniamo a focalizzare l’attenzione su una figura in particolare che ti sarà di grande aiuto: il Tutor d’Aula. La prima cosa che c’è da sapere è che tale ruolo viene ricoperto da uno studente; la maggior parte delle volte si ritrova nell’ambito dei Master. Il Tutor d’Aula ha il compito di essere una guida per gli altri, fornendo informazioni e aiutando le matricole nella loro vita universitaria: da come funzionano gli esami a dove cercare il tirocinio. Il suo supporto è fondamentale per la risoluzione di qualsiasi problematica riscontrabile, che sia di natura organizzativa o didattica; inoltre, è una figura utile anche per la formulazione del piano di studi, le propedeuticità negli esami, e i rapporti con la segreteria o con i docenti. Il Tutor d’Aula si occupa anche di accogliere i docenti, farsi portavoce e monitorare non solo l’apprendimento, ma anche l’interesse e il gradimento degli studenti. Il tutto ha come obiettivo l’interazione efficace ed efficiente tra i partecipanti al corso ed i relatori.
  • Il compenso è di circa €9 all’ora.

Come si diventa Tutor d’Aula

Se sei interessato a candidarti come Tutor Universitario, è necessario che tu sia in regola con la posizione amministrativa, ed iscritto in corso. Puoi partecipare al bando se sei iscritto:

  • Al 3° anno di Laurea Triennale
  • Dal 3° anno in poi di Lauree Magistrali a ciclo unico
  • 1° e 2° anno di Laurea Magistrale biennale

Inoltre, i requisiti richiesti riguardano il numero di CFU accumulati al momento della domanda.

  • Al 3° anno per le Lauree Triennali – minimo 80 CFU
  • Dal 3° anno per le Lauree Magistrali a ciclo unico – minimo 80 CFU più 40 CFU per ogni anno in più
  • Se sei iscritto al 1° anno di Laurea Magistrale biennale, sarà preso in considerazione il voto di Laurea Triennale.
  • Al 2° anno di Laurea Magistrale biennale dovrai possedere almeno 40 CFU.

TAGS


Ornella Russo

Hai bisogno di aiuto con il tuo percorso universitario?

Prenota una consulenza

Partecipa ai nostri webinar gratuiti ideati per aiutarti nella scelta universitaria

Scoprili tutti