Avete mai sentito parlare dell’Università Federico II?

Questo Ateneo, uno dei più antichi del mondo, è stato fondato dall’Imperatore del Sacro Romano Impero, Federico II di Svevia il 5 giugno del 1224. L’Imperatore era anche Re delle Due Sicilie (territorio che abbracciava l’area del profondo mezzogiorno fino al centro Italia) la cui capitale era proprio Napoli: qui il Monarca decise di fondare l’antichissima università.

Ma, qual è il motivo di questa scelta?

Federico II era anche conosciuto come Stupor Mundi (meraviglia del mondo): dalla personalità affascinante e la mentalità fortemente moderna, l’Imperatore attribuiva fondamentale importanza agli studi e alla cultura.

Alimentato dal suo credo, Federico II diede vita alla prima università laica europea, per due principali motivi:

Anzitutto, affinché i suoi funzionari fossero all’altezza degli incarichi previsti; dunque era fondamentale che il suo corpo burocratico fosse preparatissimo in merito a questioni legali e amministrative; in secondo luogo per contaminare culturalmente i propri sudditi, sostenendo che lo studio dovesse essere alla portata di tutti.

Cosa studiare alla Federico II

Come abbiamo già accennato, quest’università è una delle più antiche d’Europa, dunque di strada ne ha fatta!

Se in un primo momento la Federico II nacque per gli studi Giuridici, Teologici, Medici e Liberali, oggi vi sono davvero moltissimi Corsi di Laurea tra cui scegliere. Basti pensare che è tutt’ora considerata una delle più importanti università pubbliche d’Italia, ancor più del Sud!

In questo Ateneo troverete percorsi di Laurea Magistrali, Triennali e Specialistiche: da Medicina e Chirurgia ad Archeologia; passando per Ingegneria, Psicologia, Agraria, Architettura. Sono presenti 26 Dipartimenti, 13 Aree Didattiche e 4 Scuole. Eccovele elencate qui di seguito:

Dipartimenti

Aree didattiche:

  • Agraria
  • Architettura
  • Economia
  • Farmacia
  • Giurisprudenza
  • Ingegneria
  • Medicina e Chirurgia
  • Medicina Veterinaria
  • Scienze Biotecnologiche
  • Scienze MM.FF.NN.
  • Scienze Politiche
  • Sociologia
  • Studi umanistici

Scuole:

  • Scienze Umane e Sociali
  • Scienze delle Tecnologie per la Vita
  • Medicina e Chirurgia
  • Politecnica e delle Scienze di Base

Come iscriversi

Per immatricolarsi all’Università Federico II è necessario prima di tutto capire dove si desidera iscriversi: spesso è necessario superare un test d’ingresso, a volte un colloquio, e solo dopo essere stato ammessi è possibile immatricolarsi. Dopodiché bisognerà scaricare la guida per lo studente presente nel sito ufficiale della propria area di studi (ad esempio: se voglio iscrivermi a Lettere Moderne dovrò andare sul sito ufficiale degli studi Umanistici, presente nell’offerta didattica sul sito ufficiale Unina della Federico II e seguire tutti i passaggi indicati).

Per quanto riguarda i tempi, ci si può iscrivere a partire dal 1 settembre ed entro il 31 ottobre. Solitamente se si supera l’ultimo giorno, è necessario pagare una mora di circa 25 euro.

Come accedere all’area riservata Unina

Per poter accedere all’area riservata è necessario essere in possesso di una matricola, dunque iscriversi! Una volta completata l’immatricolazione, avrete la vostra matricola e l’email istituzionale con cui poter accedere.

Costi e rate della Federico II

Per quanto riguarda i pagamenti dell’Università Federico II è opportuno sottolineare subito che rientra nelle università pubbliche, ed essendo tale il calcolo delle tasse è elaborato attraverso la dichiarazione familiare dei redditi (ISEE) e attraverso il MAV.

Non ci sono costi o rate fisse, eccetto in alcuni casi (fatta esclusione ovviamente per i bollettini postali) come la tassa del laureando o del laureando con un esame in debito.

Le sedi

La Federico II offre ben 62 sedi! Queste si estendono su gran parte del territorio napoletano: dal centro storico di Napoli (Lettere e Filosofia, Giurisprudenza, Psicologia, Architettura…); alla zona ospedaliera (Medicina e Chirurgia, Farmacia, Infermieristica, Biotecnologie) e al quartiere di Fuorigrotta (i vari dipartimenti di Ingegneria).

Poche sono le sedi in provincia; in maniera specifica il complesso dedicato ad Agraria è situato a Portici.

Come prenotare le lezioni

Per partecipare alle lezioni della Federico II è necessario prenotarsi: basta utilizzare la piattaforma GO-IN Student!

Pregi e difetti

Parliamo adesso dei pregi e dei difetti dell’Università di Napoli Federico II.

Innanzitutto, parliamo dei pro: l’Ateneo ha moltissime sedi, di cui molte storiche e in differenti zone di Napoli tuttavia è assolutamente ben collegata ai mezzi. C’è moltissima varietà, come abbiamo già evidenziato, tra i Corsi di Studi; offre svariate opportunità e servizi: la biblioteca universitaria e quella virtuale, la possibilità di richiesta di borse di studio, Tirocini ed Erasmus. Infine, uno dei grandi pregi dell’Istituto è la fama: un’università pubblica, secolare e con docenti pluripremiati, assicura un livello molto, molto elevato.

Difetti: al primo posto fra i difetti della Federico II c’è la segreteria, che è totalmente assente; quasi vane saranno le email e le informazioni richieste. In secondo luogo, se è vero che i professori sono molto illustri, è anche vero che sono estremamene chiusi e arcigni: ci sarà pochissimo dialogo, sia per l’elevato numero di studenti, sia perché non c’è disponibilità e spesso, ahimè, interesse da parte loro a venire incontro allo studente.

Per concludere: l’Università degli Studi di Napoli Federico II è un ottimo Ateneo, per formarsi in maniera completa come studenti, ma soprattutto fortificarsi e prepararsi alle difficoltà del mondo lavorativo!

TAGS


Annalidia Iorio

Hai bisogno di aiuto con il tuo percorso universitario?

Prenota una consulenza

Partecipa ai nostri webinar gratuiti ideati per aiutarti nella scelta universitaria

Scoprili tutti